Agevolazione Tari

Il Comune di Latronico concede importanti agevolazioni sulla TARI (Tariffa rifiuti) ad alcune categorie di utenti. E’ condizione obbligatoria per l’accesso a qualunque tipo di agevolazione l’essere in regola con il pagamento dei tributi comunali.

Loc TARI

FAMIGLIE CON STUDENTI FUORISEDE
Nel caso delle famiglie nel cui nucleo sia presente uno studente universitario è concessa una riduzione del 10% sulla quota variabile del tributo, a condizione che lo studente fuorisede sia:

  • iscritto ad un corso universitario (non master e similari);
  • titolare di un contratto di affitto nella città universitaria (oppure titolare di posto letto assegnato sulla base delle norme agevolative per il diritto allo studio).

Nel caso della presenza di due o più studenti fuorisede nel nucleo familiare la riduzione concessa è del 20%.

 

RIDUZIONI PER ABITAZIONI NON CONTINUATIVAMENTE OCCUPATE
La tariffa si applica nella misura base (1° fascia tariffaria), nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

  1. abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, nell'anno solare;
  2. abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero;
  3. fabbricati rurali ad uso abitativo;
  4. per le abitazioni prive di allacci alle pubbliche utenze ma arredate la tassazione è assimilata alle pertinenze delle civili abitazioni (depositi, cantine, box, garage etc);

Le riduzioni si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate neí termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione;

 

ADOTTA UN CANE
E' prevista la riduzione dell'importo annuo da versare a titolo di TARI per una tantum massimo di € 300,00 e comunque non superiore all'importo che il contribuente deve versare per l'anno di riferimento per tutti coloro che adottano un cane di provenienza del canile comunale la cui spesa è a carico del Comune di Latronico.

 

ADOTTA UNA COCCA
Per le utenze domestiche e non domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili (rifiuti organici) tramite possesso di codice stalla avicola (almeno 4 unità a famiglia allegando al modulo di domanda copia del certificato rilasciato dall’ASP), è prevista una riduzione del 10% della quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal giorno di presentazione di apposita istanza a condizione che la stessa pervenga entro e non oltre la data di elaborazione del piano tariffario, tutte le altre istanze partiranno dal 1° gennaio dell’anno successivo. Le utenze che non dispongono di codice stalla avicola e che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili (almeno 4 unità a famiglia) posso accedere alla riduzione del 5% della quota variabile

 

AUTOCOMPOSTAGGIO DOMESTICO
Per le utenze domestiche servite da raccolta domiciliare che procedono direttamente al recupero della frazione organica o anche degli sfalci e delle potature, con formazione di compost riutilizzabile nella pratica agronomica, la tariffa, limitatamente per la parte variabile, è ridotta del 10%.

 

Regolamento IUC
Modulo domanda adotta un cane
Modulo domanda adotta una cocca (per utenze domestiche senza codice stalla avicola)
Modulo domanda adotta una cocca (per utenze non domestiche senza codice stalla avicola)
Modulo domanda adotta una cocca (per utenze domestiche con codice stalla avicola)
Modulo Modulo domanda adotta una cocca (per utenze non domestiche con codice stalla avicola)
Modulo domanda all'ASP per iscrizione stalla avicola
Modulo domanda autocompostaggio
Modulo domanda agevolazioni studenti fuorisede
Modulo domanda esenzione over 65

1.      La tariffa si applica nella misura base (1° fascia tariffaria), nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:

a)      abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, nell'anno solare;

b)      abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, all'estero;

c)      fabbricati rurali ad uso abitativo;

d)      per le abitazioni prive di allacci alle pubbliche utenze ma arredate la tassazione è assimilata alle pertinenze delle civili abitazioni (depositi, cantine, box, garage etc);

 

2.      Le riduzioni di cui al comma precedente si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate neí termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione;

 

3.      Relativamente al precedente comma 2, in mancanza delle dichiarazioni debitamente documentate,la riduzione potrà essere applicata a partire dalla data di presentazione della dichiarazione;

 

4.      Le riduzioni di cui al presente articolo cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione;

 

5.      Si prevede, quale ulteriore agevolazione, la riduzione dell'importo annuo da versare a titolo di TARI per una tantum massimo di euro 300,00 e comunque non superiore all'importo che il contribuente deve versare per l'anno di riferimento per tutti coloro che adottano un cane di provenienza del canile comunale di Latronico la cui spesa è a carico di questo Ente;

 

6.      Quale agevolazione è prevista per le utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili (rifiuti organici) tramite possesso di codice stalla avicola (almeno 4 unità a famiglia allegando al modulo di domanda copia del certificato rilasciato dall’ASP), una riduzione del 10% della quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal giorno di presentazione di apposita istanza a condizione che la stessa pervenga entro e non oltre la data di elaborazione del piano tariffario, tutte le altre istanze partiranno dal 1° gennaio dell’anno successivo;

 

7.      Quale agevolazione è prevista, per le utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili anche senza il possesso di codice stalla avicola rilasciato dall’ASP (almeno 4 unità a famiglia) e previo sopralluogo vincolante da parte dell’Ente comunale, una riduzione del 5% della quota variabile del tributo, con effetto dal giorno di presentazione di apposita istanza a condizione che la stessa pervenga entro e non oltre la data di elaborazione del piano tariffario, tutte le istanze partiranno dal 1° gennaio dell’anno successivo. Tale agevolazione viene maggiorata del 5% nel momento in cui si provvede a consegnare all’Ente il codice stalla avicola rilasciato dall’ASP;

 

8.      Le agevolazioni di cui ai commi 6 e 7 sono soggette a domanda annuale e controllo da parte dell’Ente che potrà sottoporre l’utenza richiedente l’agevolazione ad appositi accertamenti e controlli atti a verificare la corrispondenza a quanto autocertificato e la presenza dei requisiti dovuti anche per l’accesso all’agevolazione. Tali controlli possono essere effettuati in qualsiasi momento, anche successivamente alla prima verifica di idoneità;

 

9.      E’ condizione obbligatoria per l’accesso all’agevolazione di cui ai commi 6 e 7 l’essere in regola con il pagamento dei tributi comunali;

 

10.  L’Ente può revocare ed escludere, per l’intero anno di contestazione dell’irregolarità, della riduzione tariffaria tutti coloro non aventi i requisiti previsti. Se, eventualmente, la tassa risultasse già saldata per l’anno in corso, la percentuale di riduzione verrà recuperata l’anno successivo. La riduzione della tassa viene revocata con apposito atto del Responsabile del servizio.

 

11.  E’ concessa la riduzione del 10% della quota variabile del tributo alle utenze domestiche nelle quali sono presenti figli, pur anagraficamente residenti nel  nucleo  familiare  del  contribuente, che di  fatto frequentano un corso universitario in un diverso  Comune.

Tale riduzione è concessa a condizione che lo studente fuorisede sia:

 

·                                                                  iscritto ad un corso universitario (non master e similari);

·           titolare di un contratto di affitto nella città universitaria regolarmente  registrato  e valido  per  almeno  sei  mesi  nell’anno tributario  oppure  titolare  di  posto  letto  assegnato  sulla  base  delle norme agevolative per il diritto allo studio;

 

In caso della presenza nel nucleo familiare di due o più figli studenti fuorisede (aventi le condizioni sopra riportate) la riduzione applicata è del 20%.

 

12.  La domanda di riduzione deve pervenire entro e non oltre la data di elaborazione del piano tariffario, tutte le altre istanze partiranno dal 1° gennaio dell’anno successivo;

 

13.  L’agevolazione di cui al comma 11 è soggetta a domanda annuale e controllo da parte dell’Ente che potrà sottoporre l’utenza richiedente l’agevolazione ad appositi accertamenti e controlli atti a verificare la corrispondenza a quanto autocertificato e la presenza dei requisiti dovuti per l’accesso all’agevolazione. Tali controlli possono essere effettuati in qualsiasi momento, anche successivamente alla prima verifica di idoneità;

 

14.  E’ condizione obbligatoria per l’accesso all’agevolazione di cui al comma 11 l’essere in regola  con il pagamento dei tributi comunali.

 

15.  L’Ente può revocare ed escludere, per l’intero anno di contestazione dell’irregolarità, della riduzione tariffaria tutti coloro non aventi i requisiti previsti. Se eventualmente, la tassa risultasse già saldata per l’anno in corso, la percentuale di riduzione verrà recuperata l’anno successivo. La riduzione della tassa viene revocata con apposito atto del Responsabile del servizio;

 

16.  Per le utenze domestiche servite da raccolta domiciliare che procedono direttamente al recupero della frazione organica o anche degli sfalci e delle potature, con formazione di compost riutilizzabile nella pratica agronomica, la tariffa, limitatamente per la parte variabile, è ridotta del 10%;

 

17.  La domanda di riduzione deve pervenire entro e non oltre la data di elaborazione del piano tariffario, tutte le altre istanze partiranno dal 1° gennaio dell’anno successivo. Tale domanda prevede l’esplicita rinuncia al servizio di raccolta della frazione organica e la restituzione obbligatoria dei contenitori precedentemente utilizzati per il conferimento di tale frazione;

 

18.   L’agevolazione di cui al comma 16 è soggetta a domanda annuale e controllo da parte dell’Ente che potrà sottoporre l’utenza richiedente l’agevolazione ad appositi accertamenti e controlli atti a verificare la corrispondenza a quanto autocertificato e la presenza dei requisiti dovuti per l’accesso all’agevolazione. Tali controlli possono essere effettuati in qualsiasi momento, anche successivamente alla prima verifica di idoneità;

 

19.  E’ condizione obbligatoria per l’accesso all’agevolazione di cui al comma 16 l’essere in regola  con il pagamento dei tributi comunali.

 

20.  L’Ente può revocare ed escludere, per l’intero anno di contestazione dell’irregolarità, della riduzione tariffaria tutti coloro non aventi i requisiti previsti. Se eventualmente, la tassa risultasse già saldata per l’anno in corso, la percentuale di riduzione verrà recuperata l’anno successivo. La riduzione della tassa viene revocata con apposito atto del Responsabile del servizio.

Joomla SEF URLs by Artio